Friday, 1 August, 2014
http://www.pinomasciari.it/wp-content/uploads/2014/07/image.jpgUn
 
In un casolare a  Montegranaro il ‘summit’ della ‘Ndrangheta.
 Quale stupore? Ogni luogo d’Italia è teatro di conquista e di affari per la ‘ndrangheta.
Plauso alle forze dell’ordine cui va la nostra riconoscenza, ma non bastano i graffi, ci vogliono ulteriori azioni, politiche e sociali, per colpire l’egemonia mafiosa, ormai troppo consolidata in tutti i tessuti economici e sociali d’Italia e d’oltre confine.
L’industria del male va ferita con la consapevolezza e la responsabilità di tutti: ‘ndrangheta e corruzione stanno portando l’Italia al declino, con buona pace di una politica distaccata che non rende determinanti le leggi dello stato.
A partire dalla politica calabrese che non ha mai voluto considerare la ‘ndrangheta una vera minaccia e non ha mai posto argini forti di isolamento contro ciò che ha origine dalla stessa Calabria.
http://www.ilrestodelcarlino.it/fermo/montegranaro-summit-ndrangheta-1.86320

Rita Atria

Scritto da Pino Masciari Il 26 - luglio - 2014 COMMENTA
http://www.pinomasciari.it/wp-content/uploads/2014/07/rita_atria.jpgUn raggio di sole continua ad illuminare il percorso di chi vuole combattere la criminalità organizzata: è la giovane vita di Rita Atria che risplende ogni giorno per ricordare che non si deve mollare mai!
W418R7UH3192-kdKI-U10301996432120hAC-568x320@LaStampa.itCome dice Papa Francesco la svolta culturale deve essere criterio di azione contro le mafie e la denuncia deve essere costante.
Le mafie indeboliscono l’impalcatura democratica e civile del nostro Paese e l’intensificazione dell’attività antimafia  deve provenire da tutti i comparti sociali, dai reparti dello Stato, dalla Chiesa,  affinché agiscano in sinergia per isolare il fenomeno mafioso e convertire la loro cultura di potere e arroganza in forza  e beneficio per tutti.
  

 

La VERGOGNA di Oppido Mamertina.

Scritto da Pino Masciari Il 7 - luglio - 2014 COMMENTA

UnknownPino Masciari: Solo la vergogna può recuperare i valori di un popolo.
Se ti vergogni o ti nascondi oppure ti svegli, e ti accorgi che la puzza ti circonda e la vuoi eliminare perché non si può vivere nella puzza. Finchè parte della politica, di religiosi e di gente comune si inchina alla sudditanza mafiosa senza vergogna, non vi può essere cambiamento e futuro.
Questa è la Calabria contro cui ho lottato ma non è tutta: la Calabria può risorgere a partire dalle sue vergogne!

http://www.corriere.it/cronache/14_luglio_06/processione-si-ferma-casa-boss-carabinieri-se-ne-vanno-1262f41a-050a-11e4-915b-77c91b2dfa50.shtml

Pino Masciari: lo Stato rafforzi le sue difese!

Scritto da Pino Masciari Il 4 - luglio - 2014 COMMENTA
 
foto-18
La denuncia del procuratore Borrelli «Se lo Stato è assente, la ‘ndrangheta vince»
Sia ascoltato l’allarme del Procuratore Borrelli.
E’ vitale non sottodimensionare per troppo tempo le risorse e il personale della Distrettuale Antimafia di Catanzaro, luogo di avamposto in un territorio ad alto pericolo ‘ndrangheta,
dove anni fa ho consegnato le mie denunce ed è stata per me punto di riferimento per praticare nei fatti un percorso antimafia in cui ho creduto come imprenditore e come cittadino.
Si faccia in modo che non sia svilito il lavoro fin qui svolto ma sopratutto che non sia persa la fiducia dei cittadini nello Stato.
http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/07/03/news/antimafia-a-catanzaro-situazione-intollerabile-1.172133

L’urlo di Pino Masciari: tutelare la vita è la priorità.

Scritto da Pino Masciari Il 2 - luglio - 2014 COMMENTA
porto-gioia-tauro 
Porto di Gioia Tauro.
E’ grave sapere che c’è una mancanza di trasparenza e di informazioni su  operazioni che interessano la sicurezza di un territorio e la sua gente!
Il silenzio e la paura uccidono ancora la Calabria!
Nel porto di Gioia Tauro parcheggiano sostanze chimiche che verranno portate in acque internazionali dove inizierà la loro neutralizzazione, “in modo sicuro e nel rispetto dell’ambiente” dice il Pentagono.
Ma come si fa ad essere sicuri e a rispettare l’ambiente quando si tratta di elementi tossici per l’uomo, la natura e la loro vita?
 
 
progetto_tav
Ancora una volta a dimostrazione che gli appalti pubblici sono tra le attività preferite dall’ organizzazione ‘ndranghetista, che opera sempre con i sodalizi infiltrati nel tessuto economico.
Ancora al Nord perché “l’affare “ punta su opere importanti, (“Le cosche puntavano alla Tav) e nei condotti più economizzati.
Viene sottovalutato il problema: tutto è regolare a parere delle amministrazioni appaltanti, ma le investigazioni dell’ antimafia confermano il contrario.
I sequestri imponenti di beni nelle capitali italiane come Roma , Milano, Genova, Catanzaro (“immobili di pregio situati a Roma e Milano oltre a 25 aziende”), attestano la grande proficuità dell’ azienda criminale.
Gli argini da innalzare devono essere molteplici , non solo quelli degli investigatori, cui va il massimo apprezzamento,ma di tutti i settori, soprattutto dei cittadini: ne va di mezzo la ricchezza, morale ed economica , di una nazione.
 Infiltrazioni ‘Ndrangheta in appalti, venti arresti.

 

 
Papa Francesco l’aberrazione alle mafie è l’ora della corruzione e della politica:
 “La corruzione è il male endemico della politica. Oggi il problema della politica è che si è svalutata, rovinata dalla corruzione”.
Continuano i pensieri del Santo Padre che indirizzano nel verso giusto, davvero rivoluzionari.
E  non sono parole di disfattismo ma di speranza: individuate le difficoltà si possono risolverle.
Così  come l’individuazione della risoluzione dei problemi ” con una buona politica sociale”.
In un momento di cambio epocale Papa Francesco emerge non solo come responsabile spirituale della Chiesa, ma come personaggio autorevole, esempio di rinnovamento.
Uscire dai campi dei personalismi politici e fare propri questi suggerimenti è sostanziale  per tutti.
 http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/2014/notizia/papa-francesco-la-corruzione-e-il-male-endemico-della-politica-_2054194.shtml 
 
images-2
Il Papa chiude definitivamente con la “mafia devota” perché la mafia è inconciliabile con il cristianesimo”.
Ieri con l’operazione Apocalisse è stata sgominata la nuova cupola di cosa nostra con 95 arresti a Palermo.
Oggi la notizia di 54 arresti tra Roma e Reggio Calabria di presunti affiliati alla cosca Molè, una delle più potenti  cosche della ‘ndrangheta, con ramificazioni in tutta Italia e all’estero.
 Due cose emergono, una è che le attività mafiose sono ricche e si ramificano ovunque con interessi che vanno dalla gestione territoriale delle estorsioni a quelle globale di traffici di armi e droga; l’altra è che vi è una forte attività di lotta alla criminalità grazie ad una maggiore percezione e soprattutto grazie a strumenti di indagine importanti.
Dotare le forze di polizia di risorse è fondamentale, così come al contempo è fondamentale investire sullo stravolgimento della cultura  mafiosa anche in forza di quanto detto dal Papa “ la mafia è adorazione del male”.
Rimane impressa la frase del capo cosca di Palermo Gregorio Palazzotto «Non ho paura delle manette, ma di chi per aprirle si mette a cantare».
La paura è proprio quella: che l’omertà  e la complicità finiscano di esistere.

Pino Masciari

http://www.repubblica.it/cronaca/2014/06/24/news/ndrangheta_operazione_24_giugno-89843714/

http://www.corriere.it/cronache/14_giugno_23/mafia-95-arresti-palermo-sequestrati-beni-multimilionario-7f6a18ee-fa93-11e3-a232-b010502f9865.shtml

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2014/06/22/ARUvDSr-processione_francesco_chiude.shtml

 

Pino Masciari: il dominio mafioso non ha limite!

Scritto da Pino Masciari Il 20 - giugno - 2014 COMMENTA


polsi

“Minacciava di morte i dipendenti
.  Denunciato boss della ‘ndrangheta.
Gestiva l’azienda come un boss, terrorizzando i dipendenti e minacciandoli di morte se avessero osato chiedere la paga, o se infortunatisi, avessero denunciato l’accaduto. «Se parli ti rimando nel tuo paese a pezzettini»
 
Pino Masciari-  Tra ironia e amarezza:
Questa poi è troppo! Leggere simili notizie ti lasciano di stucco, non sai più se stai leggendo una storia umor con sfondo thriller oppure se  “sei su scherzi a parte”.
Una cosa è certa che l’arroganza e il dominio mafioso non ha limite e la sua applicazione inizia dai piccoli contesti per poi estendersi nei grossi.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_giugno_19/minacciava-morte-dipendenti-denunciato-boss-ndrangheta-01c10f42-f7b9-11e3-8b47-5fd177f63c37.shtml

images-2

E’ un vero allarme: un sistema di credito della ‘ndrangheta alternativo e sempre più lucroso, che si alimenta da un substrato di necessità per le pesanti difficoltà economiche della gente, in particolare degli operatori economici che subiscono i ritardi  nei pagamenti della P. A.  e la rigidità degli istituti di credito.

 “Nell’audizione del 14 maggio in Commissione parlamentare antimafia, il Commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Elisabetta Belgiorno, ha tracciato un bilancio delle attività svolte nel biennio 2012/2013. Nel 2012, a fronte di 93 sedute, sono state esaminate 1.499 domande; nel 2013, in 60 sedute (quindi un numero minore) sono state esaminate 2.319 situazioni e istanze: per estorsione, 573 nel 2012 e 792 nel 2013; per usura, 926 nel 2012 e 1.527 nel 2013( il sole 24ore http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/2014/06/11/bilancio-20122013-del-commissario-antiracket-belgiorno-e-lo-strabismo-istituzionale-per-addiopizzo/).”
E’ chiaro che le richieste antiraket e antiusura si sono incrementate e questo fa emergere quanto la ricchezza della ‘ndrangheta sia imponente.
 La riflessione pone in maggiore allarme gli organi istituzionali territoriali che devono essere  adoperati in una verifica costante a livello capillare e devono fornire contemporaneamente sostegno locale alle vittime guidandole ad un  ambito regolamentare. 
Leggi sul credito più flessibili, pratiche burocratiche più rapide e sopratutto maggiore accostamento di fiducia  dei cittadini allo Stato sono ingredienti indispensabili per limitare il fenomeno.
http://www.repubblica.it/cronaca/2014/06/19/news/la_banca_della_ndrangheta_diciassette_arresti_credito_a_tassi_d_usura_a_imprenditori_calabresi_e_lombardi-89387075/?rss 

Pino Masciari: mafia e corruzione due facce della stessa medaglia

Scritto da Pino Masciari Il 16 - giugno - 2014 COMMENTA

images-1

Mafia e corruzione sono direttamente proporzionali, la mafia corrompe e la corruzione è terreno fertile per la mafia! Non scomparirà l’ una senza che scompaia l’ altra.
Entrambe hanno lo stesso obiettivo: arricchirsi a spese della gente, governare parallelamente allo stato eludendo le regole delle sue leggi.
Creare un circolo virtuoso etico è la base su cui partire, capire che si può anche stare bene facendo il proprio dovere in ambito lavorativo e politico, capire che il benessere di tutti è anche il nostro.
Deviare da questo percorso è da fuorilegge.
Le norme anticorruzione vanno consolidate e le leggi antimafia utilizzate a tutti i livelli.
Conforta l’ opinione del super- Commissario Cantone che vede positivamente quanto si sta abbozzando intorno alle leggi anticcorruzione.
Non è mai troppo tardi ma ogni giorno che passa è tempo andato perso.

 http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/2014/notizia/cantone-corruzione-come-la-mafia-mani-pulite-non-tenetele-in-tasca-_2051156.shtml

 

Pino Masciari: La Soap-Opera italiana

Scritto da Pino Masciari Il 11 - giugno - 2014 COMMENTA

images-1 E’ diventata una Soap-Opera italiana: nello scenario delle notizie ogni giorno colpi di scena, indagini e arresti eccellenti, intrecci tra politici, amministratori e criminalità.
Ma tangentopoli è davvero mai finita? E la mafia dovè finita, al nord, al sud, al centro?
Una cosa è certa la corruzione è talmente diffusa che è diventata una droga.
Tanto per capirci le grandi risorse economiche sono pasto di spartizione per le diverse forme di criminalità, politica, mafiosa, dirigenziale ecc…
Come i predatori di una giungla. Ma almeno loro agiscono per istinto di specie animale.
Il fine è solo unico: l’arricchimento economico e la garanzia del potere.
Mentre chi lavora soffre e mentre le tasse diventano così tante da non sapere più cosa e quando pagare. Comunque sia sei un’evasore.
E chi evade la legalità, l’etica di rappresentare un popolo che tipo di evasore è?
Perché si aspetta che sia il settore giudiziario a fare emergere il marcio e non piuttosto verificare a monte l’equilibrio tra responsabilità ed etica di chi detiene il potere?
E la soap-opera Italiana continua……

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/10/mafia-indagato-per-concorso-esterno-lassessore-calabrese-allagricoltura-trematerra/1021731/

Mafia, indagato per concorso esterno l’assessore calabrese all’agricoltura Trematerra
Nei confronti di Trematerra, consigliere nazionale Udc, e di un’altra dozzina di persone sono ipotizzati i reati di associazione mafiosa e concorso esterno per avere agevolato la cosca Lanzino di Cosenza.

http://www.lastampa.it/2014/06/11/italia/cronache/davamo-soldi-a-tutti-nelle-carte-i-big-della-politica-Sxw4V5zbMR1U5udULw31HI/premium.html

La gola profonda confessa:
Davamo soldi a tutti” Nelle carte i big della politica

Giovane insegnante novarese spacciatore di droga. Fino a che punto?

Scritto da Pino Masciari Il 28 - maggio - 2014 COMMENTA
images-2Resta tanta inquietudine dopo aver appreso la notizia del giovane  insegnante novarese spacciatore di droga. Un’ inquietudine che diventa sgomento e insieme determinazione .
E’ la lotta continua tra il bene e il male, tra  giusto e sbagliato.  Ma è anche frutto dei nostri tempi dove la rettitudine lascia il campo al “tutto si può costi quel che costi”.
Non è così: di mezzo ci sono le vite di altre persone e la propria coscienza, cui prima o poi devi rendere conto.
Pino Masciari.

Ricevo e pubblico: lettera inviata da un testimone di giustizia.

Scritto da Pino Masciari Il 16 - maggio - 2014 1 COMMENTO

Che Dio possa darmi tanta forza ed illuminare questa mia vita inutile!

Unknown

Che tristezza passare l ennesima notte insonne, che rabbia non trovare un perché a tanta indifferenza, piccole situazioni diventano casi di stato irrisolvibili . Tutto è difficile, tutto è articolato a portare il soggetto sottoposto a protezione a scoppiare.  Non c è rispetto della vita altrui e quando non si ha rispetto di un innocente neonato di 7 mesi , allora cosa potrà  cambiare? NULLA !

Ho sofferto la fame, la paura, la disperazione , ho mangiato alla caritas , ho vissuto in auto fuggendo da chi mi vuole morto , ho lottato per ottenere un mio diritto , quello di essere difeso, di vivere, di curarmi , ma oggi la situazione è peggiorata, resto anche io vittima del sistema.  Come una cordata di montagna, cadendo mi sto tirando indietro anche chi è con me in questo percorso,  che per solo amore soffre in silenzio , ma quegli occhi di sofferenza mi trafiggono il cuore, mi rendono una nullità, nessuno potrà mai,  se non tu, comprendere il dolore, la vergogna e l impotenza che si vive ad essere trattati così.
Caro amico mio, io mi chiedo il  perché , perché ….perché. …mi chiedo il perché  di tanto male gratuito!

1023_37239329069_7045_n-1

Nello scorcio di fine anno scolastico continuano gli incontri di Pino Masciari con gli studenti delle scuole.Oggi è il Liceo Scientifico Statale Nicolò Copernico di Torino che riflette con il relatore l’ importanza della scelta di legalità e le sue ricadute positive in ambito sociale, economico e civile : parola d’ ordine lotta alla mafia, sempre!

Vuoi incontrare Pino?

Se vuoi organizzare un incontro in cui ti piacerebbe che Pino Masciari fosse ospite, invia una mail al seguente indirizzo :  info@pinomasciari.it   -

Pino Masciari: I giovani sono la priorità!

  Napolitano: “L’Italia è finita 
senza lavoro per i giovani” L’Italia è povera perché non ha la capacità di creare […]

Video “La mafia è Ignoranza”

Questo è il cortometraggio dei ragazzi dell’Istituto “Malafarina” di Soverato donato e dedicato a Pino Masciari.“La Mafia è Ignoranza”

Audizione in Commissione Antimafia

“Sono cominciate stamattina a Palazzo San Macuto, sede della Commissione antimafia, le audizioni dei Testimoni di Giustizia con la siciliana […]

10 marzo: Novara e Asti, report fotografico. Organizziamo il Coraggio insieme.

Pino Masciari travolge con le sue parole, emoziona. In chi viene a contatto con lui, in chi conosce la sua […]

  • TAG

    • Calendario Google

    • Archivio

    • Accedi/Esci

    • link

      Sciaraprogetti

    • Video

    Creative Commons License

    Il Blog degli amici di Pino Masciari creato dagli Amici di Pino masciari è coperto da licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia

    I contenuti testuali pubblicati dagli utenti sono di loro esclusiva responsabilità così come i contenuti multimediali pubblicati sono di propietà degli autori

    La foto del banner è di propietà Marco Donatiello - DP Studio

    pagepeel by webpicasso.de