Blog degli Amici di Pino Masciari – Pagina 476 – Decidiamo di essere Liberi…..organizziamo il Coraggio

Blog degli Amici di Pino Masciari

Travaglio e Ingroia intervistano Pino Masciari durante le Serenate dei Grilli di Torino Comments

Travaglio e Ingroia intervistano Pino Masciari durante le Serenate dei Grilli di Torino

Foto di Fazen e di Politico Sarodist


Indichiamo due link riferiti alle Serenate dei Grilli di Torino, appuntamenti di informazione svoltasi da maggio a giugno del 2007.

Serata con Travaglio Dietro le quinte dell’informazione

Potete ascoltare l’intervento di Pino scorrendo la barra del tempo a 1:21:30 (1 ora 21 minuti e 30 secondi).

Serata con Ingroia Mafia di Casa Nostra

Potete ascoltare l’intervento di Pino scorrendo la barra del tempo a 45:14 (45 minuti e 14 secondi).

ESTORSIONI: VITTIMA, VIA DAL PARLAMENTO I TANGENTISTI Comments

ESTORSIONI: VITTIMA, VIA DAL PARLAMENTO I TANGENTISTI

(AGI) – Vibo Valentia, 4 set.- “Penso che al punto in cui siamo arrivati, il problema non si risolve nemmeno espellendo dalle associazioni quegli imprenditori che pagano il pizzo e che sono tantissimi. Perche’ bisognerebbe espellere dai partiti e dal Parlamento anche quei politici che chiedono tangenti sugli appalti e di cui ho una esperienza e conoscenza diretta”. Ad affermarlo, dallla localita’ segretain cui vive da oltre dieci anni, l’ex imprenditore vibonese Pino Masciari, definito uno dei piu’ importanti testimoni di giustizia d’Italia. Masciari di dichiara d’accordo con la dichiarazione di un altro teste, Nello Ruello, rilasciata all’Agi. “Sono dovuto scappare dalla mia Calabria per poter salvare la mia vita e quella della mia famiglia, vivendo da 11 anni come un penitente , come colui che deve pagare il conto di una colpa. Ma quale colpa? Quella d’aver denunciato – aggiunge – i miei estortori, gli ‘ndranghetisti e un sistema d’illegalita’ diffusa nei livelli politi- Istituzionali. E’ forse una colpa questa! E se una colpa non e’ stata, adesso voglio ritornare nella mia citta’ di Serra San Bruno, per rifare l’imprenditore. Sono questi gli esempi, l’unico modo, con cui lo Stato puo’ incominciare a debellare la mafia. Tutto il resto sono chiacchere che lasciano il tempo che trovano. Perche’ – aggiunge Masciari – finche’ chi ha il coraggio di denunciare viene punito e maltrattato anche dalla burocrazia dello Stato, finche’ non si cambia rotta e ad essere puniti siano i veri colpevoli con pene esemplari e certe, dopo un iter giudiziario breve ed efficiente, con il conseguente sequestro e la confisca dei beni accumulati illecitamente, l’isolamento da ogni livello sociale e politico, finche’ non ci sara’ una sinergia di questi fattori, le varie forme di mafia continueranno ad esistere e a fare paura. Ecco perche’ – continua – e’ giusto che finalmente l’esempio sia forte e determinato, soprattutto contro quei politici , che dopo aver instascato tangenti e seminato corruzione, persino hanno l’arroganza di sedere nei banchi del Parlamento, persino dopo essere stati condannati. Stessa cosa vale per quei dirigenti e funzionari dello Stato infedeli e tangentisti”.

fonte: (AGI) Cli/Adv

CALABRIA: TESTIMONE GIUSTIZIA MASCIARI,VOGLIO RIFARE L’IMPRENDITORE Comments

CALABRIA: TESTIMONE GIUSTIZIA MASCIARI,VOGLIO RIFARE L’IMPRENDITORE

(ASCA)- VIBO VALENTIA  

(ASCA) – Vibo Valentia, 4 set – ”Penso che al punto in cui siamo arrivati, il problema non si risolve nemmeno espellendo dalle associazioni quegli imprenditori che pagano il pizzo e che sono tantissimi. Bisognerebbe, invece, espellere dai partiti e dal Parlamento anche quei politici che chiedono tangenti sugli appalti e di cui ho una esperienza e conoscenza diretta”. Lo afferma l’ex imprenditore vibonese Pino Masciari, dal suo rifugio, definito uno dei piu’ importanti testimoni di giustizia d’Italia, che con le sue denunce ha spedito in galera decine e decini di estorsori, nel dichiararsi d’accordo con la dichiarazione di Nello Ruello. ”Sono dovuto scappare dalla mia Calabria per poter salvare la mia vita e quella della mia famiglia, vivendo da 11 anni come un penitente, come colui che deve pagare il conto di una colpa. Ma quale colpa? Quella d’aver denunciato i miei estortori, gli ‘ndranghetisti e un sistema d’illegalita’ diffusa nei livelli politici e istituzionali.
E’ forse una colpa questa! E se una colpa non e’ stata, adesso voglio ritornare nella mia citta’ di Serra San Bruno, per rifare l’imprenditore. Sono questi gli esempi, l’unico modo, con cui lo Stato puo’ incominciare a debellare la mafia. Tutto il resto sono chiacchere che lasciano il tempo che trovano”.
red/sam/alf

fonte: (Asca)

Immagini estive Comments

Immagini estive

La pausa estiva è finita. Postiamo qui alcune foto di alcuni appuntamenti di Pino Masciari invitato a parlare della sua storia.

Pino a Torre De’ Passeri

Pino a Torre de’ Passeri, ultima tappa della carovana estiva di Acmos- 3 agosto

Pino alla Provincia di Torino

Alla Provincia di Torino- 19luglio

ad Andezeno

Pino ad Andezeno (TO)- 9 giugno

Pino - polistena

Pistoia – 20 marzo

 

 

gli-amici-di-acmos-x-pino.jpg

i ragazzi di Acmos per Pino e i testimoni di giustizia

 

Infine l’articolo dalla Gazzetta del Sud per Legalitalia, manifestazione svoltasi a Reggio Calabria e organizzata dai ragazzi di ammazzatecitutti.org

articolo-gazzetta-del-sud-pino-a-legalitalia.pdf