Blog degli Amici di Pino Masciari

Prossimi appuntamenti istituzionali di Pino Comments

Prossimi appuntamenti istituzionali di Pino

 

 

18 luglio 2007 a Novara, per partecipare, dietro specifico e personale invito, all’assemblea del Presidio di Libera Novara

19 luglio 2007, a Torino, presso il Palazzo della Provincia, per prendere parte alla Conferenza Stampa di Lancio della Carovana della Legalità.

 

21 luglio 2007 a Pisa– Piazza Cavalieri

23 luglio 2007 a Roma all’ Università di Giurisprudenza

per partecipare dietro specifico e personale invito dell’ ”Associazione Rita Atria”, alle iniziative in memoria di Rita Atria e al ruolo dei testimoni di giustizia.

La maglietta di Pino Masciari Comments

La maglietta di Pino Masciari

Maglietta

Ciao a tutti sono Andrea di Torino, cercherò di collaborare al sito con tutte le risorse che ho e condividendo le emozioni che mi hanno portato all’amicizia di Pino della quale sono orgogliosissimo e onorato.

In occasione del tour di Beppe Grillo a Torino, ….già sono uno degli amici di BG o meetup se preferite, dicevo… in quell’occasione sapevamo che Pino sarebbe stato ospite di una delle serate del Reset Tour. Lo abbiamo voluto con noi. E credo che questa sia la cosa fondamentale in questo momento: avere la chiarezza, il coraggio e la responsabilità di dirsi ed essere vicino a lui.

Attraverso questo blog arriveremo a raccontare come ci si è conosciuti, ma ora arrivo al dunque della maglietta, visto l’interesse dimostrato in uno dei commenti.

Da un giorno all’altro, di getto, con poca fantasia grafica ma con idee chiarissime, ho ideato la scritta più semplice, inequivocabile e diretta che si potesse pensare per dire quale fosse la posizione nei confronti di Pino Masciari: “sono suo amico”, e di conseguenza nemico dei suoi nemici, e gli sono e gli sarò accanto.
Indossarla non è così semplice come sembra: bisogna avere ben in mente cos’è la storia di Pino, cosa ha passato in 10 anni di programma di protezione, come è stato considerato dalle Istituzioni. Sapere chi ha contro, a partire dall’organizzazione criminale più potente in Italia fino ai piccoli burocrati che impediscono i diritti fondamentali e costituzionali a un uomo, e di conseguenza alla sua Famiglia (con la maiuscola perchè sono una bellissima Famiglia), che non ha commesso alcun crimine ma anzi ha evitato che altri ne commettessero o continuassero a commettere.

E in quest’Italia a testa in giù per alcuni pipistrelli denunciare certe cose è una bestemmia.

Ebbene, sapendo questo allora si può prendere una maglietta così e indossarla con fierezza e impegno. Non è in vendita, non so se lo faremo mai, perchè non vogliamo far commercio di queste cose, forse metteremo un sorgente liberamente scaricabile perchè ognuno se la stampi, ancor meglio se ognuno si inventa la “sua” maglietta di amico di Pino Masciari. Questo è il mio pensiero, parliamone nei commenti.

Al momento ne esistono 6, delle quali una è stata omaggiata a Pino e una a Beppe Grillo. Verosimilmente ne girano indossate 4 in Italia. Bè queste 4 magliette hanno portato il messaggio all’attenzione di molti, un curioso in un locale una sera come tante, un giornalista di Terra, un amico lontano di Pino che ha visto la maglietta allo spettacolo di Grillo e lo ha rintracciato…. Mai avrei pensato arrivasse a tanto una scritta su una maglietta e c’è stupore e meraviglia di queste reazioni, e anche la felicità perchè in fondo questo ci interessa: che il nome di Pino Masciari porti alla curiosità di conoscere chi è lui e qual è la sua storia, e che ogni nuova persona sia per lui ossigeno nuovo per portare avanti la sua battaglia quotidiana.

Seguendo il blog avrete modo di conoscerla.

pino-masciari-associazione-mafiosa-ed-estorsione-chieste-condanne-per-98-anni-artgaz-del-sud-del-16-maggio-2007.pdf Comments

pino-masciari-associazione-mafiosa-ed-estorsione-chieste-condanne-per-98-anni-artgaz-del-sud-del-16-maggio-2007.pdf

intervista-esclusiva-a-masciari-testimone-protetto-o-soppresso-18-magiugno-2007-anno-ii-n%c2%b0-24pagina-03.pdf Comments

intervista-esclusiva-a-masciari-testimone-protetto-o-soppresso-18-magiugno-2007-anno-ii-n%c2%b0-24pagina-03.pdf

La risposta di Pino agli amici di Beppe Grillo di Catanzaro Comments

La risposta di Pino agli amici di Beppe Grillo di Catanzaro

Gli amici di Beppe GrilloGli amici di Beppe Grillo di Catanzaro

Carissimi amici del meetup di Catanzaro,

non potete immaginare la gioia che ho provato nel leggere la vostra lettera: un raggio di sole proveniente dalla Calabria ha rafforzato in me l’orgoglio di essere calabrese.
E’ vero, mi avevate dimenticato, la mia terra mi ha ignorato, e questa è stata tra le sofferenze una delle peggiori. Le circostanze mi hanno portato a dover abbandonare la mia terra, quasi in una forma vile, fuggire … ma io non volevo fuggire, io con voi volevo trovare la forza di andare avanti, insieme! Non mi è stato concesso! E anche se la mia storia rappresenta un aspetto triste della Calabria, vi assicuro che non ho mai smesso di confidare e di sperare che i miei conterranei un giorno avrebbero risvegliato i sentimenti migliori, o meglio “l’impegno e l’entusiasmo di chi, stanco di subire ed arrendersi allo status quo, inizia a reagire“.
Io so che la Calabria è fatta di tanta gente onesta che spera in un immediato futuro di libertà, di riscatto dall’oppressione mafiosa. Dico questo perché vi conosco, le mie origini sono le vostre origini, fate parte di me, come io di voi, nel modo di pensare, di esprimersi, di agire.
Mi scrivete che “la tua Catanzaro sta rispondendo con entusiasmo al tuo messaggio, che finalmente qualcosa si muove”. La gioia di cui ho scritto prima è scaturita proprio da queste parole, vale a dire che il mio sacrificio almeno è valso a qualcosa, perché se le cose devono cambiare è necessario che lo spirito di azione e d’impegno nasca proprio dalla nostra terra, non delegando ad altri ciò che ognuno di noi deve fare. Se si prende coscienza che stando così le cose non ci potrà essere sviluppo e opportunità per il futuro, con questo spirito di convinzione l’impegno trova concretezza e trova il supporto di gruppi e associazioni che vogliono fare rete per lavorare insieme.
Vi dico questo perché io ho ricevuto in questi anni il supporto prezioso e gratuito di Associazioni, Gruppi che hanno già individuato le modalità per contrastare le numerose forme di illegalità e inciviltà diffuse nel nostro paese.
Sono felice di comunicare con voi, di condividere percorsi e individuare iniziative, di camminare insieme , augurandomi che un giorno possa raggiungervi ed incontrarvi nella nostra Calabria.

Un grazie di cuore e un abbraccio a tutti voi da Pino Masciari

Lettera dagli Amici di Beppe Grillo di Catanzaro Comments

Lettera dagli Amici di Beppe Grillo di Catanzaro

Carissimo Pino,

ti scriviamo a distanza di un mese dalla bella serata del 5 giugno scorso, una delle rare occasioni in cui hai potuto parlare da cittadino libero, quale sei, della tua assurda vicenda.
Quella sera, nel corso dello spettacolo di Grillo, la tua telefonata ci ha messo di fronte alla tua triste realtà (una delle tante tristi realtà che circondano il vissuto quotidiano di ciascuno di noi) che avevamo dimenticato.
Insieme con esse avevamo dimenticato te, il tuo coraggio, il tuo esempio.
Quella telefonata, che ciascun calabrese onesto avrebbe dovuto fare a te, per esprimerti la propria solidarietà ed il proprio incoraggiamento, l’hai fatta tu a noi, per dirci che nonostante tutto non ci hai dimenticato, che nonostante tutto continui ad amare la tua terra ed i tuoi concittadini. Una grande lezione di umiltà, di sapienza, di umanità, di maturità.
Con quella telefonata hai richiamato ciascuno di noi alle proprie responsabilità.
Ti scriviamo a distanza di un mese perchè non volevamo farlo sull’onda dell’emozione e della spettacolarizzazione, strumentalizzando la tua vicenda, ma con la giusta serenità e pacatezza che la situazione richiede.
Ti scriviamo a distanza di un mese perchè non volevamo scrivere frasi banali, di circostanza, non volevamo sommergerti di belle e vuote parole (come ne avrai sentite tante fino ad oggi) ma abbiamo preferito lasciare maturare in noi i sentimenti migliori, quelli veri, che provengono dal cuore.
Ti scriviamo a distanza di un mese perchè volevamo attendere le reazioni dei giovani presenti allo spettacolo ma soprattutto, invece delle belle parole, preferivamo riportarti l’impegno e l’entusiasmo di chi, stanco di subire ed arrendersi allo status quo, inizia a reagire.
Dal 5 giugno ad oggi circa 40 ragazzi e ragazze si sono iscritti al nostro sito, abbiamo raggiunto quota 187 iscritti, siamo il primo Meetup in Calabria ed anche quello più attivo e “tosto”.
Volevamo comunicarti che la tua Catanzaro sta rispondendo con entusiasmo al tuo messaggio, che finalmente qualcosa si muove.
E’ una bella gioventù quella che guardiamo negli occhi durante i nostri incontri che fa ben sperare per il futuro prossimo.
Ci stiamo opponendo all’attivazione di una centrale turbogas a Simeri Crichi che rischia di danneggiare seriamente quel territorio che tanto ami e la salute dei suoi cittadini; stiamo lavorando alla realizzazione di un sito che promuova i comuni più virtuosi nella nostra provincia in termini di ambiente, energia, nuove tecnologie, risorse idriche e assitenza sociale. Stiamo svolgendo un ruolo di sentinelle sul territorio per salvaguardarlo dai disastri ambientali.
Infine, stiamo valutando l’opportunità di organizzare un grande raduno, nella nostra bellissima Sila, con i giovani universitari e delle scuole medie superiori per comunicare loro che insieme possiamo fare molto per cambiare questo territorio.
Tutto ciò può sembrare, e forse lo è, una goccia nel mare ma prima questa goccia non c’era, adesso c’è e noi la reputiamo un grosso passo avanti.
I giovani stanno prendendo coscienza della necessità di fare rete, di unirsi, perchè solo così è possibile resistere agli attacchi di chi vuole impedire la crescita sociale e civile dei calabresi. Oggi abbiamo una grande tecnologia, Internet, che ci permette (a noi ed a te) di farlo. Abbiamo strumenti fino a pochi anni fa impensabili e potenzialità enormi, si tratta solo di crederci. I giovani, inoltre, stanno prendendo coscienza di ciò che il loro territorio rappresenta: l’unica e principale risorsa che ci rimane e che va difesa strenuamente.
Ci piace l’idea di ospitare le tue riflessioni sul nostro sito, quando riterrai opportuno farlo. E’ un modo per comunicare con la tua Catanzaro e per uscire dall’isolamento in cui qualcuno vorrebbe tenerti.
Ci piace l’idea di poterti inviare periodicamente un resoconto delle nostre battaglie, dei nostri successi, dei nostri passi avanti. Ci piace pensare che il Meetup possa assumere come impegno morale quello di non deludere le tue aspettative, le tue speranze che poi sono quelle di ciascuno di noi.
Ci piace pensare di poterti telefonare un giorno per dirti che ti stiamo aspettando.

Massimiliano Capalbo
Organizer Meetup
“Amici di Beppe Grillo” di Catanzaro